We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede e lo SMOM

Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede e lo SMOM

Viale della Belle Arti, 2, Rome, 00196, Italy

Get Directions

+39 063264881

Categories
Now CLOSED
Work hours
MO 09:30 – 12:30 SA closed
TU 09:30 – 12:30 SU closed
WE 09:30 – 12:30
TH 09:30 – 12:30
FR 09:30 – 12:30
About L'Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede è la missione diplomatica della Repubblica Italiana accreditata presso la Santa Sede e presso il Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM).
Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede e lo SMOM cover
Mission Politica bilaterale, alta rappresentanza, visite di Stato, servizi consolai e di cerimoniale
Description La storia delle relazioni tra l’Italia e la Santa Sede è segnata dagli eventi che portarono all’unificazione della penisola durante il periodo risorgimentale. I rapporti con lo Stato Pontificio vissero una fase di tensione dovuta all’impossibilità di riconciliare le esigenze unitarie del Regno d’Italia e le riserve di difesa e indipendenza avanzate dal papato su Roma.

La storica controversia conosciuta come “Questione Romana”, riguardava il ruolo della città di Roma, eletta a capitale del futuro stato italiano e allo stesso tempo sede temporale del potere papale. Fallite le trattative segrete avviate da Cavour per una risoluzione pacifica della Questione, l’Italia fermò il tentativo di Garibaldi di marciare su Roma nel 1864.

In seguito, con la presa di Porta Pia del 1870 e l’anno successivo con la designazione ufficiale di Roma a capitale del Regno, l’Italia annesse i territori sui quali il Papa aveva esercitato il suo potere temporale, mettendo fine alla storia plurisecolare dello Stato pontificio. Ne conseguì una lunga epoca di gelo istituzionale, durante la quale il papa Pio IX e i suoi successori non riconobbero lo stato italiano.

Nel tentativo di recuperare un legame con la Santa Sede, il governo approvò la “legge delle guarentigie” (legge di garanzia) in cui venivano definite le relazioni tra lo Stato italiano e la Chiesa. In particolare, esse descrivevano le prerogative del pontefice, tra cui l’inviolabilità della persona, gli onori sovrani, la libertà di comunicazioni postali e telegrafiche, il diritto di rappresentanza diplomatica, il diritto a disporre di guardie armate a difesa dei palazzi vaticani e, da ultimo, garantivano al papa lo stanziamento di una somma pari a oltre tre milioni di lire per il mantenimento dei palazzi apostolici e del pontefice e del Sacro Collegio.

Le disposizioni di questa legge non furono mai accettate da Pio IX, in quanto considerate frutto di un atto unilaterale del Regno d’Italia e non di un vero negoziato tra le parti in
Founded 02/11/1929

Similar places nearby