We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Tuesday
14
NOV

Antropocene // Auditorium Parco della Musica

21:00
21:30
Romaeuropa Festival
Event organized by Romaeuropa Festival

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Un uomo chiama il servizio clienti per risolvere dei problemi di connessione. La comunicazione è difficile, la linea cade più volte. Quando finalmente riesce a stabilire un collegamento scopre di essere l’involontario protagonista di un gigantesco collasso tecnologico che ha colpito le reti telematiche.
La conversazione con l’operatore diventa così la zattera su cui due naufraghi mantengono l’ultima forma di normale utenza, l’ultima telefonata possibile. Nessuno dei due vuole lasciarla per primo, tutto appare nuovo e ignoto fuori, mentre dentro la telefonata tutto sembra ancora normale e possibile.
In una brevissima epopea ironica si consuma una vicenda dai risvolti tragicomici che lascia sospesa la fine.


Marco Paolini | Mauro Montalbetti | Mario Brunello | Frankie hi-nrg mc | PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble

>> bit.ly/REf17_Antropocene <<

Tra i massimi esponenti della ‘prima generazione’ del così detto teatro di narrazione, Marco Paolini presenta a Romaeuropa Festival il suo #Antropocene, spettacolo realizzato in collaborazione con il compositore Mauro Montalbetti, il violoncellista Mario Brunello e il rapper Frankie hi-nrg mc.

Il perno intorno al quale ruota questo potente incontro tra narrazione teatrale, musica e canto è il tema dell’evoluzione umana in ambito tecnologico e l’odierno rapporto tra uomo e natura. «L’evoluzione delle cose, il loro aggregarsi e mutare, la loro pervasività e invasività nel nostro mondo generano nostalgia di una semplicità naturale che assume caratteri di mito.
Raccontare come un viaggio l’odissea di artifici e tecnologie che hanno accompagnato gli uomini può aiutare a sfatare quel mito» afferma lo stesso Paolini. L’Antropocene, questo punto di non ritorno, quest’odierna era geologica in cui l’impronta dell’essere umano sul pianeta Terra diviene indelebile, nutre contemporaneamente parole e musica dando vita a una prosa ritmica o un canto epico di due voci. #Antropocene è un affondo nel presente per tirarne fuori storie e immaginari sospesi tra natura e artificio.