We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Saturday
14
APR

El Romancero De Lazzarillo

21:00
23:00
AvaNposto Numero Zero
Event organized by AvaNposto Numero Zero

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

AvaNposto Numero Zero
fondato e diretto da Egidio Carbone Lucifero

presenta
El Romancero De Lazzarillo

Sabato 14 aprile 2018, ore 21.00
Napoli, Via Sedile di Porto 55
Contributo associativo 12€. Ingresso riservato ai soci.
Botteghino: 366-1149276, botteghino@avanpostonumerozero.it

Frutto di un lavoro di ricerca di tre anni «El Romancero De Lazzarillo» muove i passi dal Lazarillo de Tormes, primo, divertentissimo, romanzo della tradizione occidentale moderna, con echi della cultura medievale, ma con una forma proiettata ormai nel futuro. Racconta le vicende dello sfortunato servo Lazaro, che vagabonda per la Spagna offrendo i suoi servizi a padroni sempre più improbabili. Lazarillo è uno zanni, una maschera della commedia dell’arte, che sta per togliersi la maschera e diventare un eroe borghese, ma prima ha bisogno di raccontare la propria storia. La recitazione è affidata ad un unico attore, raccontastorie-giullare dagli attributi quasi demoniaci, che con la sua risata anarchica dà inizio e conclusione beffarda alla narrazione, ma è anche il principale veicolo del punto di vista di Lazarillo, della sua voce di bambino e del suo bisogno di raccontarsi. Come nella migliore tradizione del romanzo moderno, però, la voce principale sarà surclassata dalla miriade di voci dei personaggi che Lazarillo incontra, capitani di ventura, venditori d’indulgenze, mendicanti che di volta in volta lo possiederanno e lo lasceranno cambiato e in un certo senso sopravvissuto. L’identità del protagonista sarà una stratificazione di tutti i personaggi della storia. Lontano dall’essere una rievocazione di codici e atmosfere del passato, è uno spettacolo profondamente contemporaneo, con una drammaturgia in cui si avverto gli echi di Barrault, Bene, De Berardinis. Perché infondo il passato è un’invenzione del presente.

drammaturgia: Stefania Bruno
regia: Luca Gatta con: Luca Gatta
musiche: Antonello Paliotti
assistente alla regia: Tiziana Sellato
maschere: Riccardo Ruggiano e Antonio Fava
costumi: Fabiana Amato scene: Stefano Sorrentino e Bianca Pacilio
disegno luci: Associazione Teatrale Aisthesis
produzione: En Kai Pan e Associazione Teatrale Aisthesis