We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Friday
01
JUN

Presentazione del libro 'È l’Europa, bellezza!'

19:00
22:00
Biblioteca Curiel
Event organized by Biblioteca Curiel

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Presentazione del volume di Michele Gerace, alla ricerca delle nostre radici, di italiani e di europei, della nostra identità, della nostra idea di Europa.

Ne discutono con l’Autore Emanuele Baldacci, Direttore Servizi Digitali Commissione europea, e Daniele Domenicucci, Referendario del Giudice Berardis Tribunale dell’Unione europea.
Modera Paola Cairo, Co-direttrice di PassaParola Magazine.

Il libro di Michela Gerace (Rubbettino) nasce da una raccolta degli articoli dell’omonimo Blog pubblicato su Eunews. Gli articoli originari hanno dato corpo a capitoli che raccontano le conversazioni da bar con persone che rappresentano comunità territoriali, associative, accademiche e culturali. Il bar è il “Bar Europa”, un’iniziativa itinerante promossa e gestita da Gerace. Le conversazioni si accompagnano, qualche volta generano, iniziative anche radiofoniche e televisive, che con il tempo si sono dimostrate estremamente contagiose e che in questo momento, tiene a sottolineare l’autore, sono espressione di una bellissima comunità in movimento. “È un libro imperfetto, avventato – dice Gerace -, e per questo forse autentico, che si perfeziona ogni volta che il lettore, chiamato a confrontarsi senza tabù su temi di grande complessità e rilevanza, sceglie di condividere una piccola responsabilità e si coinvolge in una lotta contro l’indifferenza. Agisce. Accetta l’invito all’agitazione culturale”. Il libro ha una prefazione di Pierluigi Castagnetti e una postfazione di Marco Piantini. Per ciascun capitolo è indicato un tempo medio di lettura ed è consigliato l’ascolto di un brano musicale. Aiutato dall’ascolto di buona musica, “il lettore audace – è convinto l’autore – potrà leggere l’intero libro tutto di un fiato. In tal caso potrà ritenersi impegnato per un paio d’ore”. I capitoli seguono un filo narrativo, si richiamano l’uno agli altri, contengono conversazioni con chi ancora crede nella bellezza dell’idea di Europa e nella necessità pratica degli Stati Uniti d’Europa.