We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Friday
30
MAR

Soci@lMente Connessi - percorsi di lettura

17:10
23:55
Biblioteca di Melegnano
Event organized by Biblioteca di Melegnano

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

#social #facebook #twitter #lettura #instagram #web

Soci@lMente Connessi - Suggerimenti di Lettura a cura di Claudia Paro

"Una volta avevo una vita. Ora ho un telefonino e una connessione wi-fi.”

"La pluralità delle voci e delle storie del mondo oggi emerge in
tutta la sua varietà su Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e
sulle altre piattaforme social. Capire come cambia il nostro modo
di narrare la realtà, richiede di fare i conti con questi strumenti
di condivisione e di creazione di comunità“(Marco Bardazzi).

La Rete o Web (World Wide Web) da molti non è considerata
solo come un mondo virtuale, ma come una vera e proprio casa
dove gli individui rifuggono appena hanno un po‘ di tempo libero,
perchè quella è la vita vera, li si incontrano gli amici, si può fare
shopping acquistando qualsiasi cosa si desideri, dove si fanno
scommesse e si prenotano e consultano gli esami clinici, dove si
sceglie il ristorante per una cena romantica e dove si firmano
delle petizioni che contemporaneamente fanno sparire la fame
nel mondo, la guerra e la siccità, tutto con un magico "Click“!

Non esiste un distacco tra la vita online e quella offline, ci si
crea un profilo che racconti di come vorremmo essere e si vive
documentando minuto per minuto la propria giornata attraverso
le foto con le quali si fanno dei "Post“ che verranno "Taggati“
dai nostri amici con i quali faremo a gara per ricevere la
maggiore quantita di "Like“ semplicemente per aver postato una
foto di un piatto di spaghetti scotti!
Gli "Influencer“ del resto fanno questo, i fenomeni virtuali, propronendo cose assurde che diventeranno moda!
Per non parlare degli amici, perchè molta gente che interagisce sui social chiama Amici dei volti di bambini, ai quali è collegata una citazione di Madre Teresa. Non importa chi si nasconda dietro a quell‘immagine, gli internauti ci vogliono credere, raccontandogli tutti i segreti; "Scorpione 810“ o "Libellula97“ loro si, che sanno comprenderli e consigliarli al meglio!

"Oggi la gente di uno stesso condominio non si conosce e, se si
incontra in ascensore, non si parla. Poi su Facebook pubblica
tutte le sue foto e racconta di tutto a tutto il mondo“ (E.Brignano).
Esistono persone che se gli manca la connessione a internet
vanno in crisi, e altre che se dissenti con idee differenti ti "Bloccano“ cancellandoti per sempre dal loro mondo social.
"Sono rimasto per qualche ora senza connessione internet e
ho conosciuto delle persone stupende qui a casa. Dicono di
essere la mia famiglia!“ (Anonimo)
La rete in realtà non è affatto un paradiso, ma un luogo pieno
di insidie, sia che si parli di adulti, ma soprattutto per i giovani, a volte vittime del Cyberbullismo, che li ha condotti spesso alle estreme conseguenze!
Nel libro di Iacopo Casadei e Andrea Bilotto "Genitori social“ spiega ai genitori come gestire i rischi ma anche i vantaggi delle nuove tecnologie.
Roberta Bruzzone e Emanuele Florindi nel libro "I lati oscuri dei social media“ ci raccontano che "Oggi di fatto il 42% dell'intera popolazione mondiale è online. E non sono tutte brave persone. La cronaca nera sempre più spesso ci racconta vicende che mostrano con quanta rapidità e facilità ciò che avviene sui social media può trasformarsi in una vera e propria scena del crimine“
Nel libro "L‘odio online“ Giovanni Ziccardi parla della diffusione di Internet e della comunicazione ininterrotta, che si alimenta sui blog, nelle chat e nei social in genere, dove nel dialogo globale approdano le espressioni di odio razziale, politico, le offese, i comportamenti ossessivi, le molestie e il bullismo. L‘autore affronta il discorso dell‘odio online, da un punto di vista giuridico, politico e filosofico.
Dunque, restiamo sempre aggiornati e connessi ragionevolmente ma con la giusta attenzione alla nostra sicurezza e a quella dei nostri cari, perchè la vita vera è quella offline, dove si incontrano le persone guardandole in faccia!

BIBLIOGRAFIA
Berti M. - Valorzi S. - Facci M., Cyberbullismo, Reverdito 2017.
Bruzzone R. - Florindi E., Il lato oscuro dei Social Media,
Imprimatur 2016.
Casadei I. - Bilotto A., Genitori Social ai tempi di Facebook e
WhatsApp, RED 2014.
De Biase L., Homo Pluralis, Codice Edizioni 2016.
Palfrey J. - Gasser U., Nati con la rete, BUR Rizzoli 2009.
Pariser E., Il filtro, Il Saggiatore 2012.
Rampini F., Rete padrona, Feltrinelli 2014.
Ziccardi G., L‘odio online, Cortina Editore 2016.

Buona lettura!