We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Monday
23
APR

Matteo Millan - Squadrismo e squadristi nella dittatura fascista

18:00
21:00
Bocciodromo Vicenza
Event organized by Bocciodromo Vicenza

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Roma, 1° novembre 1922. Sono passate solo poche ore dalla marcia su Roma, e il neo-presidente del Consiglio Benito Mussolini promette l’immediata smobilitazione di tutte le squadre in nome del ripristino più rigoroso dell’ordine pubblico.
In realtà, la conquista del potere non segna affatto la fine della violenza e gli squadristi continuano a giocare un ruolo decisivo nella scena politica italiana.
La violenza squadrista negli anni centrali della dittatura mussoliniana non può di certo essere ritenuta un “residuo anacronistico” né un “effetto collaterale” del percorso ventennale del regime, ma rappresenta piuttosto un elemento imprescindibile nella definizione del fascismo.

Matteo Millan è professore associato di storia contemporanea all’Università di Padova. Ha studiato la rete informativa della Resistenza italiana e attualmente coordina un progetto europeo ERC su violenza politica e gruppi armati durante la Belle Époque.
Tra i suoi scritti Guerra di servizi (Il Poligrafo, 2009); Squadrismo e squadristi nella dittatura fascista (Viella, 2014).