We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Wednesday
11
APR

Cinemadessàs 3: Professione: reporter

17:00
20:00
Cinema d'essàs
Event organized by Cinema d'essàs

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Arrivato alla sua terza edizione, il Cinema d'essàs propone quest'anno una rassegna in tema di Equilibri, stabilità e dinamiche.
La terza proiezione sarà "Professione Reporter" di Michelangelo Antonioni.
Interverranno Roberto De Gaetano (professore ordinario di “Filmologia” presso l'Università della Calabria e Presidente del Centro Arti Musica e Spettacolo e del Teatro Auditorium) e Angela Maiello (Docente tutor di Comunicazione e Innovazione tecnologica presso l'Università Telematica Internazionale Uninettuno, dottore di ricerca in Estetica presso l'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma e Junior Research Fellow della Scuola superiore di studi avanzati).

** WHEN?
Mercoledì 11 aprile, ore 17.00.

** WHERE?
Nel dipartimento di Fisica alla Sapienza in città universitaria.


** WHAT?
#cinemadessàs proietterà come terza pellicola "Professione Reporter" di Michelangelo Antonioni: inserito nella lista dei 500 migliori film della storia secondo Empire, il film ha come protagonisti un giovanissimo Jack Nicholson e la bellissima Maria Schneider.

Il reporter inglese David Locke viene inviato in Africa del Nord per realizzare un servizio sulla guerriglia locale. Un giorno l'uomo che occupa la stanza d'albergo accanto alla sua, un certo David Robertson, muore per un infarto; trovato il cadavere, Locke decide di effettuare uno scambio di persona assumendo l'identità del defunto. Ma ben presto scoprirà che Robertson era coinvolto in un losco traffico d'armi...
Con Professione Reporter, Antonioni continua la sua esplorazione del senso di estraneità dell'individuo nella società moderna e del carattere impenetrabile ed illusorio della realtà che ci circonda. Presentato al Festival di Cannes del 1975, il film di Antonioni è basato su un soggetto di Mark Peploe, da lui sceneggiato insieme al regista e a David Wollen, ed ha per protagonisti il popolare attore americano Jack Nicholson e la giovane Maria Schneider. Come nel precedente Blow-up, anche in Professione Reporter la trama è costruita attorno ad un artificioso intrigo da thriller, che vede al centro della scena un personaggio inesorabilmente destinato ad incorrere nel fallimento. Nel film Nicholson interpreta il ruolo di David Locke, un reporter inglese che, nel tentativo di sfuggire al proprio malessere interiore e ai lacci di un'esistenza soffocante, decide di assumere l'identità di un morto e di ricominciare una nuova vita, libero dal passato e dai legami familiari. Nel corso del suo viaggio attraverso l'Europa, questo novello Mattia Pascal (che ora è "diventato" David Robertson) si imbatte in una giovane studentessa senza nome (Schneider), che accetterà di accompagnarlo nella sua avventura. La pellicola si sofferma sull'atteggiamento di perenne apatia del protagonista, il quale sembra incapace di farsi coinvolgere dagli eventi che si verificano attorno a lui, fino a scivolare in un desiderio di abbandono e di morte che si concretizzerà nel drammatico epilogo.
Sebbene a livello narrativo la pellicola di Antonioni non sia esente da una certa lentezza di ritmo (soprattutto nella prima parte), il film conserva ancora oggi un indubbio fascino, in particolare a livello formale, anche grazie alla fotografia di Luciano Tovoli e alla suggestiva atmosfera delle ambientazioni, che vanno dal deserto del Sahara alle fantasiose architetture di Antoni Gaudí. Memorabile il finale, con un celeberrimo piano-sequenza di sette minuti nel quale si esprime tutto il virtuosismo registico di Antonioni, e che sintetizza in maniera esemplare le ambiguità della storia narrata (l'omicidio è consumato fuori scena, invisibile allo sguardo dello spettatore) e degli stessi personaggi (qual è il ruolo della misteriosa ragazza senza nome? Si tratta forse della moglie del "vero" Robertson?).
(fonte: https://www.mymovies.it/film/1975/professionereporter/)

** WHO?
#cinemadessàs è un cineforum organizzato dagli studenti della SSAS, la Scuola Superiore di Studi Avanzati, un percorso di eccellenza nato nel 2011 all'interno dell'università La Sapienza.
Chiunque voglia partecipare all'organizzazione o proporre film ed ospiti, può scrivere a Cinema d'essàs.

** WHY?
Lo scopo di questa edizione della manifestazione è approfondire insieme il tema degli equilibri, partendo dagli spunti offerti dalla settima arte.

Per domande e info contattate la pagina di #cinemadessàs https://www.facebook.com/cinemaSSAS/