We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Tuesday
24
APR

Roberto Brivio e Tabacco Bruciato in concerto

21:00
00:00
Enosud Circolo
Event organized by Enosud Circolo

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Roberto Brivio e Tabacco Bruciato in concerto.
Un pezzo di storia della musica e del cabaret milanese al circolo Enosud.
Martedì 24 aprile ore 21:00
ingresso 5€
Roberto Brivio, uno dei componenti dei Gufi, insieme al bluesman di voghera Tabacco Bruciato accompagnati da Grazia Maria Raimondi, daranno vita a uno spettacolo di musica, cabaret, letture e anedoti della milano che fu.
Apre la serata Giorgio Cazzola in arte Tabacco Bruciato, il bluesman di Voghera vi presenterà il suo nuovo album “Bello dove stavano gli hippies”, seguirà il grande attore milanese protagonista della scena culturale dalla fine degli anni 50 come comico (nel quartetto dei Gufi assieme a Nanni Svampa, Gianni Magni e Lino Patruno), come cabarettista, come interprete di prosa, come poeta e autore dialettale, come scrittore e come regista, che in compagnia di Grazia Maria Raimondi. Presenterà, da inimitabile affabulatore quale è, i suoi più recenti lavori letterari, arricchendo le letture con gli aneddoti e le canzoni di una vita spesa sui palcoscenici di tutt’Italia.

Roberto Brivio: Diplomato all’Accademia dei Filodrammatici nel 1959, nel 1964 l’incontro con Nanni Svampa e Lino Patruno, successivamente raggiunti da Gianni Magni, diede vita al gruppo musicale de I Gufi, che in quegli anni contribuì a creare il cabaret musicale in Italia,
utilizzando il dialetto milanese. Il ruolo di scrittore di testi originali, a sfondo noir, crearono per Brivio il soprannome di “cantamacabro”. La carriera televisiva di Brivio come artista singolo è legata soprattutto ad Antenna 3 Lombardia, storica emittente commerciale di Legnano. Su Antenna 3 Brivio fu, nel 1980, il mattatore de “Lo Squizzofrenico” e, contemporaneamente, Gufo di “Meglio Gufi che mai”, trasmissioni entrambe per la regia di Beppe Recchia. Nel 1986 condusse, sempre con Recchia alla regia, “Il Parapiglio” – dove un angolo era riservato all’ex collega Gianni Magni – e l’anno successivo “La Festa”, per la regia di Paola Combe. Brivio fu anche proprietario e gestore di numerosi teatri e locali milanesi tra i quali “Il Refettorio” – dove ebbero la possibilità di muovere i primi passi artisti quali Marco Messeri – e il “Teatro Ariberto”. Assieme alla moglie Grazia Maria Raimondi è stato per anni la maschera di “Milano Meneghino”.

Brivio è stato anche protagonista di numerose operette, messe in onda anche in TV, tra le quali Ah!! L’operetta, dove recitava con la moglie e con Gigi Giuffrida, su musiche di Gino Bettoni.

Direttore Artistico del Teatro La Scala della Vita e della Stemec (Società del Teatro della Musica e del Cinema).

Regista e allestitore di spettacoli di prosa, musical, operette, opera in circa 60 spettacoli. Autore radiotelevisivo e teatrale con oltre 30 programmi complessivi. Sceneggiatore cinematografico e televisivo.

Ha collaborato come giornalista non iscritto all’albo con La Notte, Il Giorno, Orizzonti Italiani, Travaso. Paroliere con oltre 250 canzoni depositate ed altrettante incise come voce solista e in coppia con Grazia Maria Raimondi – sua partner artistica da circa 15 anni – e con I Gufi.

Ha formato e diretto Il Teatro del Corso, il Refettorio, Cabaret in via S. Maurilio, Art Mondial Cabaret, il Briviotenda, il Teatro Cristallo, il Teatro Ariberto, il Teatro La Scala della Vita. Produttore e organizzatore di spettacoli, creativo, ideatore di eventi spettacolari.

Direttore del progetto Teatralia: storia del teatro dai Greci ai giorni nostri, in programmazione al Teatro La Scala della Vita. Organizzatore e docente al corso di dizione ed arte declamatoria attivo dal mese di ottobre 2007 all’Università IULM di Milano

Direttore e insegnante all’Accademia d’Arte Drammatica Roberto Brivio, una scuola di teatro dedicata alla parola e alla pratica.

Attore, lettore, speaker, regista, produttore e allestitore di spettacoli: prosa, musical, operette, opera, cabaret. Ultime direzioni: Ciascuno a suo modo di Luigi Pirandello, Pericle, principe di Tiro di William Shakespeare, Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, La cantatrice calva di Eugène Ionesco per una compagnia francese.

Tra i suoi programmi più celebri: “Martino e Martina”, “Evviva le vacanze”, “Nonno Tobione”, “La grande famiglia”, “Le svisavole”, “Perché perché si dice”. Tra i programmi minori ricordiamo invece I gialli del Briv…io (con Gigi Giuffrida). Sceneggiatore cinematografico e televisivo. Ha collaborato per oltre un anno con il giornale radio di Radio Montecarlo tenendo una rubrica intitolata “Cabaret per due”, nella quale commentava i fatti della settimana.

Ha scritto e pubblicato sette libri: 2 edizioni de “I canti Goliardici”, “El Liber di Parolasc”, “Meglio Bastardi che mai… dal diario di un cane”, “Canzoni sporche all’osteria”, “Cabaret di merda”, “Malalcoolia, storie di bianchi rossi e spiritosi” e “Il romanzo della Vedova Allegra”.

Ha inoltre partecipato a molte trasmissioni televisive e radiofoniche tra le quali Zelig, Domenica in, Maurizio Costanzo Show, Il gioco dei nove, Fresco fresco, Il cappello sulle 23, Blitz.

Insegnante di recitazione, portamento, arte declamatoria ed oratoria per corsi privati rivolti a liberi professionisti e scuole. Con Michele Moramarco (autore del volume I mitici Gufi) e Andrea Ascolini, ha proposto Frammenti di Gufologia a scuole e centri sociali.
Cit.Wikipedia