We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Tuesday
10
APR

Assemblea cittadina, Defend Afrin!

21:00
23:00
Ex Cinema Olympia Autogestito
Event organized by Ex Cinema Olympia Autogestito

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Un’ assemblea cittadina, un incontro aperto, per affrontare un dibattito su quello che sta accadendo nel cantone libero di Afrin (Federazione Siria del Nord, Rojava) che vede in atto non solo l’ ennesima guerra fratricida in Medio Oriente ma soprattutto un tentativo esplicito da parte del “sultano” turco Erdogan di attuare una pulizia etnica.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1782921108437531&id=1383579868371659

Dal 20 gennaio le proteste in tutta Europa contro l'attacco fascista turco non si sono mai fermate e non cesseranno fin quando i paesi che fanno affari con la Turchia cesseranno i loro accordi commerciali; le proteste continueranno dimostrando che siamo in tante e tanti che lottano.

Tra i paesi l' Italia é il terzo venditore di armi alla Turchia dopo USA e Spagna e l' UE continua ad inviare soldi per il blocco delle rotte balcaniche col fine di impedire l' afflusso degli immigrati in Europa.

Dopo la prima fase d'assedio la Turchia, con il secondo esercito piu grosso della NATO, occupa la città che ha ospitato i profughi della guerra siriana e della guerra contro l' isis, che non si é arresa.
Per portare avanti le operazioni la Turchia si é servita di milizie jihadiste di al-qaeda, le stesse che hanno fatto parte e alimentato l' isis; che sul loro percorso hanno stuprato e ammazzato donne e bambini, torturato e denigrato uomini, devastato e saccheggiato ogni angolo della città.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1786314924764816&id=1383579868371659

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1782844025111906&id=1383579868371659

Ora come ora dunque diventa sempre più concreto e reale un ritorno dell' isis anche in Europa.
Tutto ciò sta accadendo nel silenzio omertoso e vigliacco prima di tutto di USA e Russia e della NATO ma anche di tutti gli stati-nazione europei, che si autodefiniscono democrazie avanzate .

Il silenzio rende complici delle azioni del regime fascista Turco.

Crediamo sia un dovere costruire solidarietà ai combattenti YPG e YPJ (unità combattenti del popolo e delle donne) che scelgono di dare la propria vita alla difesa della Rivoluzione del popolo Kurdo che da anni è impegnato nella costruzione di una vera alternativa sociale e politica che tende all’eliminazione di ogni forma di gerarchia in tutti gli aspetti della società e si pone come obiettivo la liberazione delle donne e dunque di tutta la società stessa.

Crediamo sia un dovere coordinarsi e cooperare attraverso momenti assembleari paritari e pubblici per unire le nostre capacità e la nostra inventiva per costruire nuove mobilitazioni, iniziative di sensibilizzazione e conoscenza sulla Rovoluzione di questo popolo impegnato da 40 anni nella lotta per l’ autodeterminazione e che si pone come avanguardia e da esempio per tutti i popoli del mondo .

Con un introduzione generale su cosa consiste questa rivoluzione e quali sono le strutture che vanno a cambiare nel profondo la struttura sociale ci confronteremo sul perché è importante e necessario non lasciare la Rivoluzione del Rojava da sola e decideremo come manifestare la nostra protesta contro l’ attacco turco al cantone libero di Afrin!

IN SOLIDARIETA' AI COMBATTENTI YPG E YPJ
COL PENSIERO E COL CUORE AI MARTIRI PARTIGIANI DI QUESTA RIVOLUZIONE.
CONTRO IL FONDAMENTALISMO, IL FACISMO E IL PATRIARCATO.
Ex cinema Cavour occupato.