We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Thursday
05
APR

L'Italia che non si vede. Rassegna di cinema del reale.

21:15
23:30
Exfila
Event organized by Exfila

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Approda all'Exfila la settima edizione della rassegna itinerante di cinema del reale "L'Italia che non si vede", di UCCA, l'Unione dei Circoli Cinematografici Arci.
Quattro serate per quattro documentari con cui gettare uno sguardo diverso sulla società in cui viviamo e coglierne contraddizioni e aspetti più nascosti.
L'ingresso alle proiezioni è gratuito e riservato ai soci ARCI.
Dalle ore 19.30 aperitivo al Cirkoloco.

☛ 5 aprile
𝗖𝗶𝗮𝗼 𝗮𝗺𝗼𝗿𝗲, 𝘃𝗮𝗱𝗼 𝗮 𝗰𝗼𝗺𝗯𝗮𝘁𝘁𝗲𝗿𝗲
Regia: Simone Manetti
Italia – Thailandia, 2016, 74’
Genere: documentario
Distribuzione: I Wonder Pictures
Festival: Newport Beach International Film Festival, Biografilm 2016 (Best Film e Best New Talent Award), Italia in Doc (Winner), Visioni Fuori Raccordo

𝘚𝘪𝘯𝘰𝘴𝘴𝘪
Uno contro uno, la folla che grida il tuo nome, l’avversario di fronte a te. Non c’è scampo, non puoi rimandare, non puoi scappare: devi affrontarlo, una volta per tutte. Chantal Ughi era una modella, un’attrice, una cantante, ma la sua vita apparentemente spensierata nascondeva un passato oscuro. Non bastavano le passerelle, i set cinematografici e i palcoscenici a risolvere quel passato. Ci voleva il ring. É nella boxe thailandese, che Chantal ha trovato il modo di affrontare i suoi demoni: trasferitasi in Thailandia, sotto la guida di un maestro locale, al Muay Thai si è dedicata anima e corpo, vincendo quattro titolo mondiali. Ma non le basta, c’è ancora qualcosa da sputare fuori, un’ombra da affrontare, da prendere a calci, precisi e potenti come solo lei sa darne. Chantal torna sul ring, oggi, per riconquistare la cintura di campionessa del mondo; ma questa volta, per vincere veramente, dovrà affrontare il più temibile dei nemici: se stessa.

☛ 12 aprile
𝗨𝗻 𝗮𝗹𝘁𝗿𝗼 𝗺𝗲
Regia: Claudio Casazza
Italia, 2016, 84’
Genere: documentario
Distribuzione: Lab 80
Festival: 57^ festival dei popoli – Premio del Pubblico MyMovies, Trieste Film Festival

𝘚𝘪𝘯𝘰𝘴𝘴𝘪
Sergio, Gianni, Giuseppe, Valentino, Carlo, Enrique, sono tra i condannati per reati sessuali, definiti ‘infami’ nel gergo carcerario, che, una volta usciti dopo anni o mesi di isolamento in carcere, rischiano di commettere nuovamente lo stesso crimine.
Un’equipe di psicologi, criminologi e terapeuti sta portando avanti anche con loro il primo esperimento in Italia per evitare il rischio che le violenze siano compiute ancora.
Un anno accanto a loro per capire chi sono, cosa pensano e quali sono le dinamiche profonde di chi ha commesso un reato sessuale. E mostrare che un cambiamento è possibile.

☛ 19 aprile
𝗟𝗶𝗯𝗲𝗿𝗮𝗺𝗶
Regia: Federica Di Giacomo
Italia, 2016, 90’
Genere: documentario
Distribuzione: I Wonder Pictures
Festival: Vincitore Premio “Orizzonti” alla 73^ Mostra del Cinema di Venezia

𝘚𝘪𝘯𝘰𝘴𝘴𝘪
Un film sul ritorno dell’esorcismo nel mondo contemporaneo. Ogni anno sempre più persone chiamano “possessione” il loro malessere, in Italia, in Europa, nel mondo. La Chiesa risponde all’emergenza spirituale nominando un numero crescente di preti esorcisti ed organizzando corsi di formazione. Padre Cataldo è un veterano, tra gli esorcisti più ricercati in Sicilia e non solo, celebre per il carattere combattivo ed instancabile. Fino a dove ognuno di noi, credente o meno, è disposto ad arrivare purché qualcuno riconosca il nostro male? Cosa siamo disposti a fare per essere liberati qui ed ora? È la storia dell’incontro fra la pratica esorcista e la vita quotidiana dove i contrasti tra antico e contemporaneo, religioso e profano, risultano a tratti inquietanti a tratti esilaranti.

☛ 26 aprile
𝗡𝗲𝘀𝘀𝘂𝗻𝗼 𝗺𝗶 𝘁𝗿𝗼𝘃𝗲𝗿à
Regia: Egidio Eronico
Italia, 2016, 75’
Genere: documentario
Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà
Festival: Milano – Visioni dal Mondo

𝘚𝘪𝘯𝘰𝘴𝘴𝘪
Ettore Majorana, geniale fisico teorico siciliano e docente presso l’Istituto di Fisica dell’Università di Napoli, a soli trentuno anni scompare in circostanze misteriose il 26 marzo 1938. Qualcuno dichiara di averlo visto per l’ultima volta a bordo della nave che da Palermo fa rotta verso Napoli. E subito ha inizio la ridda delle ipotesi, delle congetture. Suicida? Rapito da potenze straniere? Fuggito dall’Italia? Ritiratosi in un convento?… Nell’affaire Majorana sembrano implicati scienziati atomici, servizi segreti, uomini politici, militari. E il mistero s’infittisce, facendo emergere interrogativi e contraddizioni che spingono ad indagare tra le pieghe più nascoste la vita e la personalità del giovane fisico. Cosa è stato di Majorana? Come può uno scienziato considerato da Enrico Fermi dello stesso calibro di Galileo e Newton sparire nel nulla? Quale – ieri come oggi – la vera posta in gioco?

Venue

Exfila