We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Thursday
19
APR

Counseling E crescita Personale

20:30
22:30

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

NON SONO TUTTO CiO’ CHE VEDI, NE’ VEDI TUTTO CiO’ CHE SONO

Serata di presentazione GRATUITA

Richiesta prenotazione posti al 3358025703

Ognuno porta con sé un bagaglio di memorie e non è veramente libero, anche se crede di esserlo.
Aneliamo alla felicità, vogliamo liberarci dai pensieri limitanti, aspiriamo ad avere successo e a creare buone relazioni ma spesso qualcosa và sempre storto. Non arriviamo a migliorare la nostra vita “cercando” di essere positivi, “cercando” di perdonare, “cercando” di essere buoni o “cercando” di amare incondizionatamente, perché ogni volta che noi sosteniamo un processo psichico repressivo, non abbracciamo, non onoriamo e non amiamo parti di noi stessi.
Dentro di noi albergano tante personalità, alcune represse, altre presenti e sono le maschere con le quali abbiamo scelto di rappresentarci sul palcoscenico della nostra vita, poiché siamo stati educati a non essere amati per ciò che siamo, ma per quello che facciamo. Famiglia, società e scuola ci hanno imposto una serie di schemi, di inquadramenti a cui ci siamo adeguati e che ci hanno condizionati a indossare determinate maschere.
Come possiamo far emergere questi aspetti nascosti di noi stessi? Per prima cosa con l’intenzione di voler vedere anche ciò che non ci piace, perché solo riconoscendo le nostre sub-personalità nascoste possiamo giungere ad accettarle ed integrarle, recuperando la nostra forza e poi osservando ciò che si ripete nella nostra vita, poiché tutto ciò che rinneghiamo ritornerà a noi sotto qualche forma x tormentarci e sconfiggerci. Una grande quantità di stress nella nostra vita è il risultato della nostra propensione ad attrarre nei nostri rapporti dei riflessi dei nostri sé rinnegati e in questo modo continuiamo a soffrire ripetendo i soliti schemi.
Noi siamo esattamente ciò che siamo, non possiamo “agghindarci” . Non possiamo sradicare certe nostre parti inconsce a favore di altre ma dovremmo riconoscerle e integrarle tutte e solo così potremo acquisire la libertà e la vera consapevolezza .
Il counselor cosa può fare? Può accogliere le richieste o il grido d’aiuto di un’altra persona e aprire uno spiraglio di luce, accompagnandola alla riscoperta di sé stessa e del suo inconscio e aiutandola a trovare delle soluzioni.