We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Saturday
21
APR

Il trono del fantasy da Tolkien a Martin

18:15
20:30
Ibs+Libraccio Firenze
Event organized by Ibs+Libraccio Firenze

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Sabato 21 aprile alle ore 18.30
Primo incontro del ciclo Il trono del fantasy, da J. R. R. Tolkien a G.R. R. Martin
Gli Elfi e la Trincea le Lettere di Tolkien con Riccardo Bruscagli, Università di Firenze Edoardo Rialti, critico letterario e traduttore introduce Vincenzo Marasco
(secondo incontro Venerdì 25 maggio alle ore 18.30 Oltre la Barriera G. R.R. Martin, J. Abercrombie e le frontiere del fantasy con Edoardo Rialti, traduttore di G. R. R. Martin e J. Abercrombie Francesco D'Isa, Direttore de "L'Indiscreto" e scrittore)
Lettere 1914-1973 - J.R.R. Tolkien
Traduzione di Lorenzo Gammarelli, edizioni Bompiani
L’epistolario del padre del fantasy torna in libreria in una traduzione rinnovata.
In queste lettere emergono vividi tutti gli aspetti della vita di Tolkien: professore attento, filologo meticoloso, scrittore disponibile con i lettori e sprezzante con i critici, geniale inventore di lingue, padre presente e preoccupato, marito devoto, nipote affettuoso. Creatore di una mitologia e di storie che appassionano lettori di tutto il mondo, ma anche uomo del suo tempo, che viveva, conosceva e frequentemente commentava la realtà che lo circondava. Dall’ascesa del nazismo in Germania alla Seconda guerra mondiale, dagli accordi di Yalta alla bomba atomica, i suoi giudizi, spesso velati da riferimenti alle sue storie, sono sempre acuti e interessanti. Una lettura imprescindibile per tutti gli studiosi e sorprendente per i lettori dei suoi libri.
J.R.R.TOLKIEN Nacque il 3 gennaio 1892 a Bloemfontein, in Sudafrica, da genitori inglesi. Massimo studioso di letteratura medievale inglese, studiò all’Exeter College di Oxford. Insegnò lingua e letteratura anglosassone a Oxford dal 1925 al 1945, e poi Lingua e letteratura inglese fino al suo ritiro dall’attività didattica. Morì a Bournemouth, nello Hampshire, il 2 settembre 1973. Tra le sue opere, tutte pubblicate da Bompiani a partire dal Duemila, basti ricordare Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit, Il Silmarillion e da ultimo Beren e Lúthien. Acuto, posato, giocoso, frizzante e gentile: Tolkien riversò il proprio animo e la propria mente brillante in questa corrispondenza con amici, familiari, collaboratori e ammiratori.