We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Wednesday
30
MAY

I Vignerons dell’innovazione 6 Luoghi, 6 Storie in 6 Champagne

20:00
23:00
Osteria Ristorante La Baita
Event organized by Osteria Ristorante La Baita

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Il filo conduttore di questi sei calici è quello di coniugare l'idea classica di Champagne, d'assemblage o monovitigno, interpretata però in chiave contemporanea da produttori della nouvelle vogue che guardano alla tradizione non dei loro padri ma dei loro nonni: vinificazioni in legno, no malolattica, bouchon liège.



LA DEGUSTAZIONE IN 6 STEP

1. Lancelot-Pienne, Champagne Blanc de Blancs Révèlation Brut s.a.
100% Chardonnay (80% cuvée 2014 + 20% vin de réserve sistema Solera)
Questa cuvée è realizzata assemblando uve provenienti da diverse parcelle della Côte e da vigne del Coteaux Sud. Modello di Blanc de Blancs dal perimetro enologico super studiato, sapido e fresco, dalla cremosità accattivante. Evoca la leggerezza di un bouquet di fiori e i sapori di una macedonia di frutti freschi.


2. Laherte Frères, Champagne Blanc de Blancs Brut Nature s.a.
100% Chardonnay (cuvée 2015)
Un Blanc de Blancs puro e crudo, in versione Nature, dove l’anima del suolo e il respiro delle vigne sono i costituenti principali, quegli elementi che lo rendono tanto peculiare, quanto vero.
Il carattere che rivela è tagliente, molto sapido, giocato sui toni del gesso e del lime, poi della frutta a polpa bianca asciutta. Nessuna aggiunta di zuccheri.


3. Bérèche et fils, Champagne Réserve Brut s.a.
30% Pinot Noir - 35% Chardonnay - 35% Pinot Meunier
(cuvée 2015+ 30% vins de réserve), (dosaggio 7 gr./l.)
Champagne di assoluta precisione, di attacco acido volume di frutta croccante al palato, di armonia retrogustativa, in quei toni sottili e ben bilanciati di fiori, frutti e piccole spezie. Un biglietto da visita, il Réserve, che la dice tutta sulle capacità di Raphaël; la sua è una visione che mette al centro del palato l’equilibrio e la vena acida-minerale dei suoi suoli, ricchi di sali.

4. Tarlant, Champagne Réserve Brut s.a.
34% Pinot Noir - 33% Pinot Meunier - 33% Chardonnay
(cuvée 2009 + vins de réserve)
Il prodotto d’ingresso della casa è una cuvée armoniosa e piacevole, di stampo tradizionale. Le basi sono vinificate in acciaio e in botti di rovere e maturano in barrique usate. Champagne fresco e al contempo maturo, molto versatile negli abbinamenti e nelle diverse occasioni di consumo.
(dosaggio 6 gr./l.).


5. V. Couche, Champagne Chloé Extra Brut s.a. *sans souffre
66% Pinot Noir - 34% Chardonnay
La pratica della biodinamica spinta ha portato Vincent a cimentarsi con il “senza solfiti”.
Il risultato è straordinario: profondità giocata sui tocchi d’agrume, maturità nella frutta e avvolgenza nei toni terziari. Per gli amanti del naturale. Senza solfiti aggiunti.
(dosaggio 3 gr./l.).

6. Coessens, Champagne Blanc de Noirs Largillier Brut s.a.
100% Pinot Noir
(vendemmia 2013 + vini di riserva)
I Pinot Noir da queste parti sono così: hanno volume, frutta, polpa e qualche morbidezza in più di quelli della Montagne. Mantengono inoltre un nervo acido che li sostiene. Un Monocru, il suo, tutto frutta rossa molto carnosa, ribes e fragola. Attacco al palato verticale e rinfrescante, polpa fragrante e una piacevolezza aerienne. Da provare con le capesante ma anche con pollo al curry. (dosaggio 8 gr./l.).


La serata sarà condotta da Marco Pozzali di Maurizio Cavalli distribuzione.

La degustazione avrà un massimo di 30 posti a sedere e a fine degustazione
verranno serviti due piatti della nostra cucina:

• Panzanella di mare

• Risotto al pomodoro fresco con crema di burrata e pesto di basilico.

Costo della serata 55,00 euro.

Per prenotazioni 0546/21584.