We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Sunday
08
APR

Ti Frugo Nel Frigo domenica 8 a Rio Bo

17:00
20:00
Libreria Rio Bo
Event organized by Libreria Rio Bo

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Dentro questo frigorifero le cibarie germogliano e crescono da sole alla giusta temperatura, la stessa di un abbraccio o di una carezza.
Quello che può essere utile cresce lì senza artifizi, con uno sviluppo naturale. Nella ricchezza dell’anima e della vita e, per concime, la linfa del cuore. Tutta produzione propria a chilometro zero. Libero da OGM...aggiungo!
Mi attrae questo apparecchio costituito da un evaporatore, che sottrae freddo all’ambiente per poi riscaldarlo. Sì, avete capito bene, il mio frigo funziona all’incontrario: riscalda invece di refrigerare. Parla al cuore, con l'intento di rinsaldare le anime. È la scialuppa nel naufragio, è la terra ferma all’inabissarsi. Sostituisce al freddo raziocinio della mente, la cordialità e il calore umano.
Tutto si matura nella purezza dell’anima e, in questa autenticità, la vita vi si specchia.
Nel frigo di cibo ce n’è. A fette, a peso, a litri oppure in vivande o vettovaglie. Ciascuno può prendere quello che gli occorre: a pagine, a racconti o a capitoli.
A ognuno, l’interno di questo contenitore, si rivela per quello che cerca, per quello che percepisce e per le sensazioni che prova. È un flusso continuo dove nulla può rimanere fermo, perché se rimane fermo marcisce.
All’interno si trovano racconti ambientati in Italia, che prendono spunto dal mio vissuto e dalle esperienze maturate. Al personaggio principale, Zachel Isaac, ho cucito addosso tutte le storie presenti in questo capitolo.
Uno è dedicato all’America. Racconti “on the road” tra Crime and Detective stories. Mi trovo a mio agio quando narro dell’America. I pensieri, le immagini e le sensazioni che mi arrivano, si formano e fluiscono dal profondo della mia intimità.
Ci sono poi i Monologhi. Flussi animici che riaffiorano alla mia mente spontaneamente, con un moto pacato e gentile