We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Saturday
07
APR

Una sera con Antonella Cilento e il romanzo "Morfisa"

19:00
20:00
Libreria Spartaco
Event organized by Libreria Spartaco

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Antonella Cilento, voce originale nel panorama italiano contemporaneo, guida il lettore nel romanzo "Morfisa o l'acqua che dorme" (ed. Mondadori), che s’ispira alla storia e la tradisce, che gioca con il fantastico e la magia in omaggio all’inesauribile capacità umana di inventare trame e personaggi. Sabato 7 aprile, alle ore 19, sarà ospite del ciclo di incontri "Scrittori in carta e ossa" nella Libreria Spartaco in via Martucci 18 a Santa Maria Capua Vetere (Ce) dove la scrittrice partenopea sta conducendo da gennaio il laboratorio di lettura e scrittura creativa "Di Lama e di trama". Ingresso libero.

La scrittrice in carta e ossa
Antonella Cilento (Napoli, 1970) scrive e insegna scrittura creativa da venticinque anni. Ha fondato nel 1993 a Napoli Lalineascritta Laboratori di Scrittura e tiene corsi in tutta Italia, all'estero. A Santa Maria Capua Vetere, in collaborazione con Edizioni Spartaco, conduce il laboratorio "Di lama e di trama". Da dieci anni ha ideato e coordina la rassegna di letteratura internazionale Strane Coppie. Ha pubblicato oltre tredici libri, fra romanzi, reportage narrativi e raccolte di racconti, premiati e tradotti in molti paesi, fra cui "Il cielo capovolto", "Una lunga notte", "Neronapoletano", "L'amore, quello vero", "Isole senza mare", "Asino chi legge", "Napoli sul mare luccica", "Bestiario napoletano", "La madonna dei mandarini", e con "Lisario o il piacere infinito delle donne" (Mondadori, 2014) è stata finalista al premio Strega e ha vinto il premio Boccaccio. Collabora con "Grazia" e con "Il Mattino" di Napoli. Ha scritto racconti radiofonici per Rai RadioTre e numerosi testi per il teatro.

Il libro
Teofanès Arghìli, pavido e velleitario poeta bizantino, che in mancanza di storie proprie si ostina a ricopiare quelle degli scrittori classici che più ammira, è stato inviato, suo malgrado, nella Napoli pagana e pericolosa dell’anno Mille dalle Imperatrici di Bisanzio per una delicata missione diplomatica: condurre in sposa la figlia del Duca napoletano a Costantinopoli. Al suo approdo Teofanès – smanioso di tornare a casa, diventare famoso come ha sempre sognato e riabbracciare l’uomo che ama, Michele Psello – viene accolto da una macabra sorpresa: la testa della giovane duchessa è stata ritrovata nelle reti di un pescatore. Chi l’ha uccisa? E perché? Come Teofanès scoprirà, i partiti a Napoli sono più d’uno: c’è chi giura fedeltà all’Impero e chi trama in segreto, ci sono i Normanni, barbari e ambiziosi, gli invidiosi Salernitani, i potenti e rozzi Longobardi, i Mori, che dalle coste siciliane risalgono il Tirreno. E ci sono anche contrapposti partiti di donne, chi fedele a san Gennaro, chi a Virgilio Mago. Eppure, della morte della giovane duchessa il popolo incolpa una misteriosa balena che di notte naviga al largo di Napoli. Sarà vero che la balena nasconde una bambina magica, capace di mutare forma? È qui che entra in scena Morfisa, protettrice di Napoli e della creatività celata nel cuore degli umani: è a lei, e a un misterioso Uovo capace di salvare Napoli e insieme di suggerire storie, che Teofanès cercherà di rubare il segreto per diventare un grande poeta. L’avidità e l’ossessione precipiteranno Teofanès in un vorticoso viaggio attraverso i secoli e i continenti, fino alla Napoli contemporanea sull’onda di una incombente apocalissi.

Prossimi appuntamenti alla Spartaco:
- venerdì 13 aprile, alle ore 18: "Scrittori in carta e ossa. Una sera con..." CORRADO DE ROSA autore del romanzo L'UOMO CHE DORME (ed. Rizzoli). Introduce e presenta UMBERTO PAPPADIA. Ingresso libero.
- mercoledì 18 aprile, alle ore 18: "Scrittori in carta e ossa. Una sera con..." GIANRICO CAROFIGLIO autore del libro LA MANOMISSIONE DELLE PAROLE (ed. Rizzoli) da cui è stato tratto lo spettacolo teatrale omonimo che lo scrittore porterà in scena la sera alle 21 al Teatro Garibaldi. Ingresso libero in libreria.