We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Wednesday
28
MAR

Greed di Alberto Scandola

17:30
20:30
Libreria Ubik Modena
Event organized by Libreria Ubik Modena

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

«L’opera di Eric von Stroheim appare come la negazione di tutti i valori cinematografici della sua epoca».

Mercoledì 28 marzo, ore 17.30
presso la libreria ubik Modena

Alberto Scandola
presenta
GREED. Dialogo con Michel Chion
Lettura critica dell'omonimo film di Erich von Stroheim
Mimesis Edizioni

Interviene Leonardo Gandini.


* * * * * * * * * * * * * * * * *
IL LIBRO
Capolavoro maledetto, martoriato dalla casa di produzione e ultimamente trascurato dai film studies, Rapacità (Greed, 1924) di Erich von Stroheim evidenzia ancora oggi una ricerca visiva dal fortissimo impianto politico, finalizzato a distruggere determinati cardini dell’ideologia dominante - la famiglia, il matrimonio, il denaro - smascherandone il marcio e l’ipocrisia.
Alla luce dell’analisi filmica, integrata da un’interessante conversazione dell’autore con Michel Chion - uno dei teorici del cinema e dell’audiovisivo più importanti nel panorama internazionale, si delineano dunque le forme di un realismo volto a restituire non solo l’immagine come pulsione, ma anche il tempo come durata. Durata che la ricostruzione filologica di Rick Schmidlin - a cui qui è dedicato un attento studio - ha cercato invano di ricomporre.
La versione del film che è giunta fino a noi ci permette comunque di cogliere - per usare le parole di Stroheim - «la vita vera con il suo lerciume, le sue oscurità, la sua violenza, la sua sensualità e, in singolare contrasto, anche la sua purezza».

L'AUTORE
Alberto Scandola è professore associato di Storia e critica del cinema presso l’Università di Verona.
Si occupa prevalentemente di cinema moderno e contemporaneo con particolare attenzione alla questione dell’attore. Ha pubblicato, tra gli altri, saggi su Brigitte Bardot, Roman Polanski, Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci e Ingmar Bergman.
Dirige la collana Attori per Kaplan.