We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Saturday
21
APR

Vita dacant e da cantè

16:00
18:00

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

“VITA DACANT E DA CANTÈ”
(CENTRO STUDI PIEMONTESI)
GIOVANNI TESIO
NE DISCUTE CON
LUCIANO BERTELLO
Se la poesia ha obiettivi, gli obiettivi del "canzoniere" di Giovanni Tesio, Vita dacant e da canté, sono tre o forse quattro: dare voce a una voce che viene di lontano; dare voce alla vita, che è varia e complessa, intricata ma - specie se vista "dacant", ossia di lato - degna di canto; dare voce a una "lingua di poesia" - quella piemontese - che non cessa di "dittare" (ossia di urgere dentro e di dentro); e infine dare voce a una resistenza, che è quella di non arrendersi al negativo, che possiamo pur sempre riscontrare nella nostra esistenza.
PROF. GIOVANNI TESIO: già ordinario di letteratura italiana all’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, sede di Vercelli, ha pubblicato alcuni volumi di saggi, antologie, monografie, curato testi, tra cui la scelta dall’epistolario editoriale di Italo Calvino, I libri degli altri (Einaudi). Da più di trent’anni collabora a “La Stampa” e a “Tuttolibri”. È condirettore della collana “Biblioteca del Piemonte Orientale” e della rivista “Letteratura e dialetti”.
PROF. LUCIANO BERTELLO: insegnante, storico e anima del Roero.