We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Friday
06
APR

Nicola Dragotto & Mariella Pandolfi /Museum

21:00
00:00
Museum Shop&Bar
Event organized by Museum Shop&Bar

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Nicola Dragotto /voce e chitarra
Mariella Pandolfi /pianoforte

●FREE ENTRY●

Nicola Dragotto nasce a Napoli all’alba del 2 dicembre 1956, da padre siciliano e madre sannita. Sempre in bilico fra il suo irreprimibile amore per la canzone d’autore ed il teatro e l’impegno quotidiano della sua professione di avvocato civilista nell’inciviltà dell’ordinamento giuridico italiano, nel 2003 “ritorna in campo” mettendo in scena il suo primo spettacolo di monologhi e canzoni dal titolo Anickov Most (ma i reds, non erano tifosi del Liverpool ? ) portato in giro per l’Italia dal dicembre 2003 a tutto l’aprile 2008. Dal mese di ottobre 2006, fino a dicembre 2007 presso i Grandi Magazzini Teatrali di Campobasso ha tenuto un laboratorio dal tema “Il Teatro Canzone a confronto”, con la partecipazione di artisti provenienti da varie discipline, dalla letteratura contemporanea alla videografia, dal teatro per ragazzi al teatro contemporaneo; lo stesso laboratorio ha prodotto uno spazio di sperimentazione del nuovo spettacolo Il Postitaliano presentato successivamente in alcune repliche a cavallo tra l’aprile 2008 e l’aprile 2009.
Nicola Dragotto vanta inoltre, come autore e musicista, diverse collaborazioni con artisti, registi e scrittori. Da ricordare quella intrattenuta con Ferdinando Maddaloni in qualità di autore delle musiche del reality teatrale “ You decide”, nonché della colonna sonora e delle musiche del cortometraggio “Anna Politkovskaja, concerto per voce solitaria” (Premio IMAIE 2009 e premiato sempre lo stesso anno al Roma Fiction Festival come evento culturale). Con lo stesso Ferdinando Maddaloni e con Carmen Femiano, tra il 2008 ed il 2011 ha portato in giro lo spettacolo omonimo sulla giornalista russa, delle cui musiche e canzoni ne è stato autore ed interprete (da ricordare, tra le innumerevoli repliche in scena quella tenuta al teatro Elicantropo di Carlo Cerciello con la partecipazione dell’intellettuale russo Andrej Mironov). Inoltre ha firmato, condotto la direzione musicale ed interpretato, negli anni 2008, 2009 e 2010, nell’ambito del Festival etno internazionale di Montefalcione (AV) le musiche e le canzoni degli spettacoli “ Frammenti emigranti” e “ Viaggio fra i sentieri dell’essere” con la regia di Peppe De Vita, “ H2O…ffresi occasione” con la regia di Emilio Polcaro nonché firmato le musiche di una rivisitazione delle “baccanti” di Euripide. E’ altresì autore delle musiche del “fulmine sulla terra” di Mirko De Martino, trasmesso in data 25 novembre su RAI 5.
Con i reading di Altro Verso, quaderno internazionale di segni contemporanei, è stato coautore ed interprete dello spettacolo “frammenti di poetica resistenza”.
Il giorno 11 febbraio 2011 ha debuttato presso il Teatro Pasolini di Cervignano del Friuli (UD), nell’ambito della rassegna per la stagione teatrale, con lo spettacolo “la Corda”, riproposto successivamente tra l’altro, nel Luglio 2011 a Roma, al teatro Lo spazio e nella rassegna “ save Naples…save music ”presso la Domus Ars in Napoli.
Dal febbraio 2012 entra a fare parte del collettivo BE QUIET NIGHT la notte dei cantautori, movimento napoletano cantautoriale della musica d’autore con cui continua a girare con un format del tutto originale ed innovativo sul territorio nazionale, ospite tra l’altro, nelle tre edizioni del festival della canzone d’Autore UGO CALISE.
Nel mese di maggio 2017 è uscito il suo primo CD dal titolo L’ULTIMA CAUSA, prodotto ed edito dalla POLO SUD RECORDS, frutto del continuo confronto avuto negli anni con i vari cantautori gravitanti il circuito underground napoletano del Be Quiet e non solo e di una collaborazione negli arangiamenti con Giovanni Maria Block.
L’Ultima causa è anche il titolo dello spettacolo di canzoni tratte dall’omonimo CD e non solo. Con incursioni brevissime ed estemporanee di monologhi e dialoghi col pubblico, infatti, l’artista celebra il rito in nome dell’ultima delle cause per cui vale ancora la pena di lottare per far battere il cuore della gente: la cultura.

Mariella Pandolfii napoletana, sin da piccola si avvicina al pianoforte in modo del tutto spontaneo dimostrando grandi doti di musicalità.
Ha studiato poi con i maestri T.Esposito, P.F.Borrelli, L.Averna, E.Fels, A.Morrone, diplomandosi brillantemente presso il Conservatorio di Musica di Salerno e laureandosi in secondo livello di Pianoforte presso il Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli. Nel 2005 ha formato un suo trio “Empty jazz trio” col quale suona stabilmente e propone brani propri e standard di famosi pianisti jazz (Monk Jarrett, Evans).
Nel gennaio 2010 realizza insieme a David Boato( tromba e flicorno), Massimo Mercogliano(contrabbasso), Enrico Del Gaudio(batteria) il suo primo lavoro discografico”Mrj”, che contiene sue composizioni originali.’’Mrj”, perché, come si legge dal cd “e’ il simbolo del nome Maria in egiziano..e’ un suono che
viene da lontano...e’ un segno scritto sulla sabbia… e’un nome che porta in se il proprio destino…”
Dal 2012 propone progetti musicali basati sull’incontro tra musica classica e improvvisazione jazz quali “Bye Bach Blues”,“Suono di Napoli”, “I quattro elementi”, avvalendosi spesso della collaborazione di Luca Signorini, 1° violoncello del Teatro S.Carlo di Napoli.
Mariella Pandolfi svolge oggi un’intensa attività concertistica sia da solista sia in varie formazioni e orchestre, partecipando ad eventi culturali e manifestazioni tra cui “La Feltrinelli eventi”, “Mezzanotte nei parchi”, “Maggio dei monumenti”,”Festival internazionale estate musicale sorrentina”,”Piano city”,”Umbria
jazz “, “Lucca jazz donna”,Pozzuoli jazz festival”