We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Saturday
14
APR

Jacaras

21:00
23:00
MusicaMente
Event organized by MusicaMente

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Concerto per la Stagione dell’ Associazione MusicaMente

Sabato 14 Aprile ore 21 , Chiesa dell’ Assunta , Via Maqueda 59



JACARAS

Debora Troìa, voce
Paolo Rigano, chitarra barocca
Flavio Spotti , percussioni


Note di sala

Il programma del concerto per voce, chitarra barocca e percussioni si propone di ricreare la meravigliosa atmosfera ed il fermento culturale della corte reale spagnola di Madrid tra 600 e 700.

La musica spagnola di quel periodo ha la caratteristica di non avere una netta distinzione tra colta e popolare e pertanto di essere intrisa di affetti barocchi e ritmi della tradizione.
I brani vocali avevano un ruolo predominante . Si usava l'espressione Tonos Humanos per definire brani cantati con testo profano per tre quattro voci o per solista e strumento .

Juan Hidalgo fu una delle piu' famosi compositori spagnoli e viene considerato da molti il padre dell'opera spagnola e della zarzuela . Tra il 1630 e 1631 divenne arpista della Cappella Reale Spagnola e responsabile dell'esecuzione di musica sacra e profana, oltre che musicista privato del re Filippo IV .
Ebbe una vasta produzione musicale i ed i testi dei suoi Tonos sono spesso di grande pregio , composti da importanti poeti del tempo. Fu amico anche di Pedro Calderon della Barca e collaboro' con lui nella realizzazione di molti dei suoi lavori teatrali.


Jose Marin invece visse un'esistenza spericolata e piena di eccessi quanto la sua musica. Fu ordinato sacerdote da papa Urbano VIII e tornato a Madrid divenne tenore della cappella reale. Poi cadde in disgrazia, fu accusato rapina ed omicidio e sospeso dalle sue funzioni sacerdotali . Mori' in poverta'.
Fu un tenore e chitarrista virtuoso a giudicare dalla ricercatezza dei Tonos e dall'abilita' che richiedono ai loro interpreti . Egli compose brani basati su temi originali o melodie note , spaziando dai vivaci brani di danza ai canti appassionati di amori ardenti e tragici, scritti su testi geniali ed esuberanti. Alcune di queste arie vennero impiegate negli entremeses comici e nei bailes di corte, per dilettare il re e i cortigiani . Pur trattandosi di musica di corte , i Tonos di Marin devono molto alle melodie popolari e agli esuberanti e sensuali bailes provenienti dal nuovo mondo. La sua musica evoca sia l'ambiente picaresco, sia la musica colta di estrema misura ed eleganza aristocratica.


La chitarra nella Spagna del 600 e 700 ebbe un ruolo molto importante come strumento solista o per accompagnare la voce o per suonare il basso continuo.
Gaspar Sanz e Santiago de Murcia furono dei virtuosi e maestri dello strumento . Con i loro trattati e le loro composizioni contribuirono alla diffusione della chitarra negli ambienti colti e popolari.
Santiago de Murcia in particolare fu un genio creativo con la capacita’ di fondere diversi aspetti della musica colta e popolare di Spagna, Francia, Italia, Nord Africa, e sud America creando qualcosa di “nuovo” , che oggi verrebbe definito “fusion”. Fu un viaggiatore e si pensa che durante i suoi viaggi incontro' in Italia Arcangelo Corelli ed Alessandro Scarlatti e che sia arrivato sino in Messico , dove fu ritrovata la sua opera piu' interessante , il Códice Saldívar nº 4 nel 1940.
Le numerose composizioni del Codex Saldívar nº 4 sono ispirate alla musica italiana e francese ma sono anche ricche di danze (Fandango , Jacaras, Canarios, Marionas, Folias ,Tarantelas), basate su successioni armoniche e ritmiche ostinate che nonostante fossero tanto osteggiate e bandite dalla chiesa e dall'inquisizione, divennero patrimonio sia dei musicisti di strada , che dei maestri di cappella.

BIGLIETTI 12/8 EURO


Paolo Rigano

Venue

MusicaMente