We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Saturday
28
APR

Trekking di Maggio Parco Nazionale del Pollino

13:00
13:00

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Un viaggio in una terra unica,tra le più selvagge d'Italia e ancora tutta da scoprire!

Il Parco Nazionale del Pollino, con i suoi 192.565 ha, è la più grande Area Protetta italiana. Tra le vette del Dolcedorme, di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti che si disegnano sulle acque del Tirreno e dello Jonio, lungo il massiccio montuoso calabro-lucano del Pollino e dell'Orsomarso, la Natura e l'Uomo intrecciano millenari rapporti che il Parco Nazionale del Pollino, istituito nel 1993, conserva e tutela sotto il suo emblema, il pino loricato. Il territorio, vasto ed incontaminato, custodisce endemismi rari ed eccezionali, come il pino loricato appunto e il capriolo italico, oltre a specie rare come l'avvoltoio capovaccaio, la lontra, l'abete bianco e numerose specie di orchidee.

Foto di Giuseppe Cosenza

Giorno 1 : 28 Aprile
Escursione pomeridiana: Castelluccio superiore: santuario della Madonna del Soccorso e visita al centro storico
Difficolta: E - Dislivello: 624 m – Durata: 4 h – Lunghezza: 9 km
Il santuario è situato sul Monte Cozzo Pastano a 1100 m.s.l.m. e per raggiungerlo si segue il vecchio sentiero che i fedeli percorrono due volte l’anno nel salire la statua (2° domenica di maggio) e nel scenderla (3° domenica di settembre)
Si racconta che in quel luogo si siano ritrovate due statue, una di un bambinello e una della Madonna, e per tale ritrovamento i fedeli hanno costruito il Santuario della Madonna del Soccorso, che risale al XVII secolo.
Lungo il percorso coloratissime fioriture di anemoni, erba della trinità, gigli, anterico e fantastiche orchidee. Il Biancone, un'aquila cacciatrice di serpenti, come ci ricorda uno stemma di una vecchia abitazione a Castelluccio Superiore, nidifica in quest'area ed è possibile con un po’ di fortuna vederla planare nel cielo prima del suo rientro in Africa. Inoltre, si possono ammirare panorami spettacolari sulla Valle del Mercure, e godere di alcuni effetti ottici che fanno sembrare i due paesi di Castelluccio Superiore (700 m.s.l.m.) e Castelluccio Inferiore (350 m.s.l.m.) come se fossero un unico paese.
Nella seconda parte del percorso si scende lungo un sentiero che costeggia un torrente e porta nella parte alta del paese, quindi, visita la centro storico di Castelluccio Superiore.

Giorno 2: 29 Aprile
Il Monte Pollino: la dimora di Apollo
(Difficolta: E - Dislivello: 771 m – Durata: 6 h – Lunghezza: 14 km)
Il Monte Pollino è la seconda vetta più alta del parco (2.248 m.s.l.m), dopo il Dolcedorme. Da una lettura superficiale sembra che il Monte Pollino dia il nome al Massiccio, ma è, invece, probabile il contrario. Si sale su praterie di sesleria punteggiate dagli intensi colori di garofanini, campanule ed altre specie della fascia montana ed ammirare splendidi esemplari di Pino Loricato che si affacciano sugli altipiani sottostanti. Se si è fortunati, in vetta è possibile ammirare un piccolo nevaio che spesso si mantiene fino a metà estate (nel 2013 superò il 15 agosto)


Giorno 3: 30 Aprile
La Serra delle Ciavole: il Cimitero dei Pachidermi
Difficolta: E - Dislivello: 653 m – Durata: 6 h – Lunghezza: 13 km
Sicuramente la più bella escursione per l'estensione del panorama e l'unicità dei paesaggi. Escursione lunga ma di media difficoltà. Abbiamo denominato così questa escursione perché davvero dà l'impressione di camminare in un cimitero di elefanti proprio perché sembrava che i nostri pachidermi arborei, i Pini Loricati, come gli elefanti, vadano a morire in un loro cimitero. Una escursione unica, arricchita dal fascino dei Piani di Pollino che bisogna attraversare godendone l'intera spazialità


Giorno 4: 1 Maggio
Gole del Lao: Rafting o escursione extra
RAFTING:
(Lunghezza: 14 km Tempo di percorrenza: 3 ore circa principianti prezzo € 50.00 a persona, compreso attrezzature)
Si parte ai “piedi” di Laino Borgo. Dopo 2 km di navigazione si giunge all’imbocco della gola, che si percorre interamente per un tragitto di 12 km. Si può godere di uno spettacolo naturale unico caratterizzato da pareti rocciose molto alte che formano un canyon di straordinaria bellezza, sorgenti che si riversano nel fiume creano splendide cascate, tra queste la più grande e suggestiva è la cascata di Malomo. In alcuni punti il percorso naturale del fiume non permette il passaggio dei raft e si effettuano per questo dei trasbordi. Negli ultimi chilometri lo scenario varia, le pareti si abbassano, spiagge e vegetazione più fitta ci accompagneranno fino allo sbarco, da cui i nostri mezzi ci ricondurranno alla base. Rientro in hotel.

ESCURSIONE A PIEDI EXTRA - LAINO: UN VIAGGIO NEL TEMPO
(Difficoltà: T - Dislivello: 200m – Durata: 4 h - Lunghezza 9 km € 100 da dividere tra i partecipanti all'escursione)
Si segue il vecchio tracciato ferroviario ,con l'imponente ponte di Donna Gaetana che scavalca il Fiume Lao e Il Battendiero, fino alla stazione ferroviaria di Laino Castello. Da qui si raggiunge il centro storico abbandonato di Laino Castello, Castaldato Longobardo, godendosi lo splendido panorama sulla Valle del Lao con il Viadotto Italia, uno dei ponti più alti del mondo. Infine si scende a Laino Borgo. Da qui si può raggiungere l'imbocco della Gola del Lao e poi tornare attraverso un bellissimo e comodo sterrato

Viaggio realizzato in collaborazione e con la direzione tecnica del Tour operator Quattrovacanze

Informazioni pratiche:

SISTEMAZIONE.
Albergo 3 stelle a Castelluccio superiore in camera doppia
Sono disponibili anche stanze singole o triple
Le PRENOTAZIONI PER L'ALLOGGIO vanno fatte il PRIMA POSSIBILE e NON OLTRE il 5 Aprile
.
COSTI
Il costo dell’intero pacchetto è di 275,00 € a persona
Supplemento singola: 40 €
Riduzione tripla: 15 €
Comprende: Sistemazione in hotel tre stelle in mezza pensione, Guida Ambientale Escursionistica per l’intera durata del viaggio, Guida locale durante le escursioni, Assicurazione medico-bagaglio

RIMANGONO ESCLUSE LE SPESE PER LE AUTOVETTURE, la giornata di Rafting (50 euro) o Rivertrekking (20 euro) e i pranzi (7 euro pocket lunch albergo)
Referente tecnico: Alessandro Ammann, Guida Ambientale Escursionistica professionista associata ad AIGAE ≧◉_◉≦

PRENOTAZIONE con caparra del 30% della quota. I posti sono limitati e disponibili fino ad esaurimento.
Richiedendola, potrete riceverete la locandina con i dettagli tecnici dell'evento e le modalità di pagamento della caparra.

Numero minimo di partecipanti: 10.

Equipaggiamento: Scarpe da Trekking obbligatorie, bastoncini da trekking consigliati, pantaloni lunghi, cappellino, crema solare, giaccone impermeabile, borraccia, torcia elettrica, binocolo e macchinetta fotografica consigliati

Numero di telefono per info e richiesta dettagli: 3397116706

WHATSAPP E' IL METODO MIGLIORE SIA PER RICEVERE INFO SIA PER PRENOTARE: il mio lavoro mi porta spesso in luoghi dove la rete telefonica non arriva o non posso rispondervi. Whatsapp risolve tutto! E appena vedo...vi contatto!
C'è anche il messenger di fb... fortunatamente i modi per comunicare non mancano. ❂

Le guide si riservano la possibilità di variare gli itinerari a propria discrezione, in base al meteo e all'effettiva preparazione tecnica dei partecipanti