We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Wednesday
28
MAR

Beer & Book > Incontro con la scrittrice Bianca Rita Cataldi

19:00
21:00
Volta la carta
Event organized by Volta la carta

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Mercoledì 28 marzo sarà ospite della rassegna letteraria “Beer & Book” la giovane scrittrice Bianca Rita Cataldi. Già finalista al Campiello Giovani 2009, è al debutto per HarperCollins Italia Editore con “I fiori non hanno paura del temporale”, romanzo d’iniziazione che ha al centro il legame tra due sorelle, ambientato a Bologna a fine anni '90, e che si inserisce nel filone “retromania” (le musicassette e una macchina da scrivere Olivetti sono elementi centrali del racconto). Narratrice sorprendente, Bianca Rita Cataldi ci ha regalato una meravigliosa storia sul potere delle parole. Dialogherà con l'autrice l'ideatore della rassegna, il giornalista Vincenzo Parabita.
L'appuntamento è al TABIR - birroteca tarantina, alle 19.
L'ingresso è libero. Per info: 335.7547169 – 380.4385348

IL LIBRO
Bologna 1997. La stanza è in penombra e i libri e le musicassette sono sparsi dappertutto. Distesa sul letto, la camicia a quadri e i Nirvana sparati nelle orecchie dal walkman, Corinna muove i piedi a tempo e non stacca il naso dalla pagina. Ha sedici anni, i capelli rossi come fili di rame e un viso ricoperto di lentiggini su cui spiccano due occhi d’acciaio. È la figlia del primo grande amore di sua madre che se ne è andato poco prima del parto. Serena, detta Poochie, ha sette anni, i capelli scuri stretti in due codini fermati da elastici a forma di arcobaleno ed è la sua sorellastra. Il suo desiderio più grande è farsi considerare da quella sorella maggiore così misteriosa, sempre rintanata dietro le pagine di un libro e con le cuffie calcate sulla testa. Vivono in una grande e caotica tribù allargata in cui vige il matriarcato e dove per ogni decisione ci si rivolge al consesso delle antenate riunite nella cappella di famiglia al cimitero. Una famiglia fatta di donne dal sangue cocciuto e in cui nessuna tristezza può resistere di fronte al sapore magico di un tiramisù al pistacchio. Eppure l’equilibrio familiare comincia a vacillare quando Corinna riceve una strana scatola da scarpe chiusa malamente con del nastro adesivo. Dentro ci sono degli oggetti apparentemente scollegati tra loro, ma che sono l’ultimo regalo del suo vero padre, scomparso improvvisamente in un incidente. Corinna non ha dubbi: quegli oggetti hanno un significato e lei deve scoprirlo. Decide così di partire, insieme a Serena, per una caccia al tesoro per le vie di Bologna. La scatola in borsa e un sogno tra i capelli ribelli: trovare il segreto delle sue radici e, inevitabilmente, la propria strada nel mondo.

L'AUTRICE
Nata nel 1992 a Bari, Bianca Rita Cataldi è laureata in Filologia Moderna, diplomata al Conservatorio e ha appena vinto un dottorato a Dublino. Lavora come editor e ghostwriter. Finalista al Premio Campiello Giovani 2009, è socia ordinaria dell’EWWA (European Writing Women Association) e del Movimento Internazionale Donne e Poesia. Prima di “I fiori non hanno paura del temporale” aveva già pubblicato “Il fiume scorre in te”, “Waiting room”, “Isolde non c'è più”.