We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Saturday
07
APR

Terra Terra - stagione teatrale 2017-18

21:30
23:30

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

di e con Elena Ruzza
al pianoforte Barbara Pungitore
alle percussioni Matteo Cantamessa
Associazione Terra Terra

“Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra, c’e’ qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti.” Cesare Pavese
“ …e così ho deciso di lasciare il paese perché pativo la fame e volevo che i miei figli crescessero in un nuovo mondo, in città … l’America è a Torino!” Michele U’Marran’
Storie di un mondo semplice che decide di lasciare il Paese, intrecci di vite tra i vagoni di un treno, gli autobus, i camion, le navi che portano uomini e donne di ieri e di oggi, lontano dalla propria terra con il sogno di costruire una nuova vita. Racconti spesso sussurrati con parole di altri tempi, una commistione di italiano e dialetto in cui passato, presente e futuro si mescolano.

La memoria si perde nei tanti percorsi che il raccontare stesso crea, fino a divenire la narrazione di una migrazione esemplare che racconta: l’Italia del dopoguerra, il boom economico, la ricerca di una Casa, il lavoro, l’arrivo a Settimo Torinese e a Torino , che diventa la terza città meridionale d’Italia. La narrazione parte dai soprannomi che fungono da albero genealogico per trovare le radici di ogni persona.
“Terra Terra” è il soprannome di mio nonno che era talmente povero da andare a prendere frutta e verdure inginocchiato a terra …. E che è costretto a scappare dalla sua terra di origine, Ischitella, per cercare una nuova “terra” in cui costruire la sua vita. Questo spettacolo nasce per Raccontare la storia di due donne Filomena, che rappresenta l’emigrazione dal sud Italia negli anni del boom economico, e Faduma che rappresenta l’emigrazione di oggi dall’Africa e dall’Est Europa.
Dal progetto di Ricerca Teatro e Documentario “O r i g i n i”: Storie di Migrazioni, di fughe di popoli, di nascite di idee, casa, famiglia, lavoro. Dalle Memorie di una migrazione esemplare italiana, Ischitella - Settimo, Torino alle memorie di una migrazione contemporanea dall’Africa, dall’Est Europa, dal Sud America… Italia da Terra di Emigrazione a Terra di Immigrazione.
Elena Ruzza, attrice e autrice teatrale professionista. Conduttrice di laboratori teatrali sul tema della memoria e dell’autobiografia per studenti di ogni ordine e grado. Coautrice di progetti speciali di teatro sociale e di comunità (laboratori e spettacoli): ”Non mi arrendo, non mi arrendo!” 50 donne in scena per il quale ha vinto a dicembre 2012 il premio consegnato dal Presidente Mario Monti come miglior progetto artistico rivolto alle persone della terza età. Direttrice artistica di rassegne teatrali. Negli ultimi anni ha affrontato anche le prime esperienze di regia con la produzione di uno spettacolo sulla migrazione contemporanea dal titolo “Terraterra” con repliche in Europa; nonché di un progetto collettivo di spettacolo dal titolo “Precaryart- l’arte di vivere con Dignità”. [Testo di Elena Ruzza]
www.associazioneterraterra.org

Biglietti intero € 12 ridotto € 10 ridotto
In vendita il lunedì e il giovedì dalle 16.00 alle 19.00 c/o gli uffici del teatro oppure online sul circuiti www.ticket.it o nei box office (www.ticket.it)
I biglietti si possono anche acquistare direttamente in cassa la sera dello spettacolo a partire dalle 20.30
Santibriganti Teatro tel +39 – 011 – 645740 (dal lun. al ven. ore 14–18)

Stagione teatrale 2017/2018 - “Tutta un’Altra Storia”
con il sostegno della Città di Settimo Torinese - Assessorato alla Cultura – Fondazione ECM
la manifestazione è stata realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito dell'edizione 2017 del bando "Performing Arts"
con il contributo della Fondazione CRT – Bando Not&Sipari
e con il sostegno della Regione Piemonte