We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Thursday
19
APR

ZERO: Incredibile! la Compagnia Cuenca/Lauro - Sosta Palmizi

21:00
23:00

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

(ZERO)
*****************************************************************************
giovedì 19 aprile 2018 - ore 21:00
Compagnia Cuenca/Lauro - Sosta Palmizi
*****************************************************************************
direzione Elisabetta Lauro�
di/con Elisabetta Lauro, César Augusto Cuenca Torres
�assistenza alla creazione: Gennaro Lauro
�produzione: Fondazione Musica per Roma e Cuenca/Lauro�
co-produzione: Associazione Sosta Palmizi, Associazione Invito alla Danza, Festival Oriente Occidente �realizzato con il sostegno di Gruppo Danza Forlimpopoli A.S.D, Premio Outlet A.C.S. Abruzzo Circuito Spettacolo e di Permutazioni/Zerogrammi.
Selezionato per la Lista Anticorpi XL 2014-15 Selezione Visionari-Kilowatt 2015�progetto Vincitore Premio Equilibrio Roma 2015�
Bilgietti
Ingresso ad ogni singolo spettacolo € 6,00
Per giovani e studenti sotto i 21 anni: Ingresso Libero
www.teatrodemicheli.it
_______________________________________________
Sinossi:
(Zero) è il punto mediano tra il negativo e il positivo, tra ciò che è prima e ciò che è dopo. È l “hic et nunc”, il qui ed ora, la condizione finita e inevitabile dell'uomo, di cui ci svela tutta la sua vulnerabilità. Zero è il presente come verità ultima e inafferrabile. Esso è pura presenza, è indicibile e a differenza del passato o del futuro non si lascia raccontare né progettare. Eppure oscillando tra memoria e immaginazione noi ci ostiniamo a ricercare e simulare un’apparente stabilità. Ci aggrappiamo, ognuno a suo modo e nella sua propria realtà quotidiana, a strutture e definizioni pur di ancorare il nostro essere nel mondo ed evitare il confronto con la precarietà del nostro presente, del nostro essere presenti. Ma ognuno di noi sa e riconosce, nel suo ego unico e particolare, di stare camminando in verità su di un terreno malfermo, e può avvertire, se attento, la presenza di un sottile e costante movimento interiore, come acque sempre agitate. Più o meno lieve, questo moto ci accompagna in maniera intima e nascosta e a tratti diventa così intenso e tangibile che non è più possibile ignorarlo. In questi momenti la nostra esistenza, pur ben definita e modellata, per scelta o causa di forza maggiore, cambia improvvisamente il suo corso e ci costringe a lasciar andare, ad abbandonarci alla tempesta dello zero. Non più programmi né progetti, nessuna struttura a cui aggrapparsi. La terra sotto i nostri piedi oscilla, siamo in balìa della prossima folata di vento o delle prossima onda passeggera. Andiamo perdendo l’ idea di un “centro di gravità permanente” e cominciamo a girare in orbita, l’uno intorno all’ altro, senza avere più nulla a cui tendere. Il vortice dello zero annulla tutte le certezze, demolisce le nostre strutture come l’ urgano fa con la casa e ci ritroviamo sottosopra, distanti e soli, a un millimetro dalla terra, con il centro troppo alto e sempre meno peso. Siamo completamente in ballo. La nostra natura caduca e labile ci si svela per ciò che è e, abbandonata ogni pretesa di ingenua certezza, rimaniamo esposti e sradicati, alieni a noi stessi e al luogo che abitiamo. L’io, e quello che è, è rimesso alla vita stessa nel suo flusso ininterrotto e inenarrabile.
______________________________________________________
Inoltre:
Mercoledì 18 aprile 2018 dalle ore 15,00 alle 18,00 presso il palco del Teatro:
Workshop a cura di Lario/Cuenca per un max di 15 partecipanti.
Quota di partecipazione: 35€ a partecipante + 10,00 quota associativa ad Ass. Cantieri Culturali Creativi
Info e contatti per prenotazioni ed iscrizioni:

direzione@cantiericulturalicreativi.it
342 0303926 - Romina Zangirolami