We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Saturday
07
APR

Premiazioni Festival+Piccoli Crimini Coniugali(Ingresso Libero)

21:15
23:30
Compagnia Teatrale Micromega
Event organized by Compagnia Teatrale Micromega

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

INGRESSO LIBERO al Teatro S.Teresa fino a esaurimento posti.
Cerimonia di premiazioni Granteatro Festival e a seguire la Compagnia Teatrale Micromega presenterà Piccoli Crimini Coniugali, di Éric-Emmanuel Schmitt, per la regia di Alfonso De Filippis.
Granteatro Festival è un Concorso nazionale per compagnie amatoriali, organizzato per la prima volta da Federgat, ACEC e Compagnia Teatrale Micromega. Alla fase iniziale hanno aderito circa 70 Gruppi e alla selezione finale ne sono arrivati sei: Il Dialogo di Cimitile (Napoli) con "Non ti pago", di Eduardo De Filippo, Compagnia Avalon Teatro di Battipaglia (Salerno) con "Le voci di dentro" di Eduardo De Filippo, la Compagnia teatrale San Genesio di Vighizzolo di Cantù (Como) con "Il Malato", tratto da Moliére, per l'adattamento di Graziano Signorotti, Compagnia Teatrale Costellazione di Formia (Latina), con "Il gioco delle rose", di Roberta Costantini, Marco Marino e Roberto Costantini, La Bottega Dei RebArdò, di Roma, con "Ben Hur", di Gianni Clementi e Estravagario Teatro - Verona con "Il Metodo Gronholm", di Jordi Galceran.
A seguire Piccoli Crimini coniugali. Il bellissimo testo di Éric-Emmanuel Schmitt prende vita in un appartamento: protagonisti una coppia, un uomo e una donna. Lui, uno scrittore di romanzi gialli, un intellettuale che fa della propria confusione una regola. E’ vittima di un incidente domestico che gli provoca un coma temporaneo e una conseguente totale amnesia. Gilles non sa più chi è e si ostina a dare del lei a Lisa, la dolce e affezionata signora che lo assedia con le sue attenzioni e le sue affettuose cure e che sulle prime prende per una nuova, avvenente, “infermiera in borghese”. Dal quadro iniziale quieto e pacato, circonfuso di calore e attenzioni nel quale è naturale assumere la verità di ciò che viene dichiarato, il quadro impercettibilmente muta, si fa incerto e inquietante, e infine si capovolge bruscamente per rivelare una realtà più cruda e amara attraverso le pieghe segrete e occulte che fanno il mistero e la dannazione, ma anche per contrappeso la passione e la sfida di una esistenza a due in un viluppo denso e drammatico, comico e grottesco, lieto e tragico della avventura di una vita in comune. Come se per ritrovarsi i due protagonisti dovessero attraversare un piccolo inferno per poter riconquistare un nuovo inizio che consenta loro di ricominciare da capo con maggiore fiducia.

Per info
www.teatrosantateresa.org/granteatro-festival