We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Friday
06
APR

Tre. Le sorelle Prozorov.

21:00
21:00
Théâtre de Poche
Event organized by Théâtre de Poche

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Liberamente tratto da "Tre Sorelle" di Anton Čechov
Progetto, adattamento e regia: Giovanni Meola
Drammaturgia collettiva con (in o.a.)
Roberta Astuti
Sara Missaglia
Chiara Vitiello
Assistente alla regia: Annalisa Miele
Foto di scena: Nina Borrelli ph
Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=dmmDXTZR7gQ&feature=youtu.be

NOTE SUL PROGETTO
Ritorno in scena per il nuovo progetto di Virus Teatrali: un corpo-a-corpo con uno dei drammaturghi e commediografi più importanti ed essenziali della storia del teatro, Anton Čechov.
Un lavoro di riscrittura sul campo, percorso diverso da molti dei progetti precedenti della compagnia.

"Questo progetto mi è particolarmente caro perché assieme alle tre attrici e alla mia assistente abbiamo condiviso, diversi mesi fa, una sfida molto intrigante e allo stesso tempo rischiosa, scegliendoci reciprocamente e regalandoci una disponibilità allo studio e alla pratica rarissimi in questo campo.
Per chi fa teatro, per chi si misura ogni giorno con il tentativo di dare vita, in scena, a qualcosa che abbia un senso (razionale, epidermico, carnale, visivo, estetico, concettuale o quale che sia) e che, appunto, riesca ad avere 'vita' e a ritrasmetterla, Cechov è un baluardo col quale, prima o poi, fare i conti.
Ma fare i conti con questo straordinario autore significa ingaggiare una lotta senza quartiere non solo con ciò che ha scritto ma ancor di più con il cosiddetto 'non detto' e, penso di poter aggiungere, col 'non scritto'.
E noi questo stiamo provando a fare.
Tra entusiasmi, dubbi, retromarce, avanzate spedite e tanta applicazione.
Applicazione creativa nel praticare una riscrittura drammaturgica collettiva e scenica (del nostro gruppo di lavoro composto da reparto registico ed attrici) con la quale riuscire nell'impresa di mettere in scena i tanti personaggi di quel testo con sole tre attrici.
Duttili, 'vere' ed intelligenti."
Un ringraziamento particolare a: Théâtre de Poche, Peppe Miale, Fabio Palliola, Raffaele Iardino, Lorenzo RIcca, Raffaele Tamarindo, Teatro Rostocco, Ferdinando Smaldone, Te.Co.

Tre. Le sorelle Prozorov.
In Cechov.
Tre allora e tre ora. In noi.
Loro, solo loro.
Con un po’ di Irina in Masha e Olga e un po’ di Masha e Olga nelle altre due
e tutte e tre ad esser le facce di uno stesso solido a più facce.
Come erano, come sono, come saranno.
Accompagnarle, affiancarle, ascoltarle.
E accompagnandole, scoprire, ricordare, riportare al cuore della faccenda.
Di allora e di ora.
“A Mosca! A Mosca!”: il mantra, il grido di battaglia, simbolo di un passato solidificato e bloccato nell’ambra della memoria paralizzante, simbolo di un futuro che si vorrebbe accadesse ma che evidentemente non accadrà.
Mai. O accadrà senza rendersene conto?
La potenzialità dell’accadere che non accade.
L’accadere che tradisce la potenzialità e accade.
Così, semplicemente.
Le tre sorelle sono in ciascuno di noi, nelle infinite sliding doors che le maschere del nostro quotidiano ci mettono costantemente davanti.
O addosso.

Per info, costi e prenotazioni: 0815490928 - 3312332302 - theatre.depoche@libero.it
In alternativa puoi contattarci anche su Facebook: Théâtre de Poche
Ci trovi a Napoli in Via Salvatore Tommasi n°15