We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Wednesday
11
APR

Peppe Leone/Giuseppe Volpe duo musica popolare del sud Italia e Colombia

21:30
Zampanó
Event organized by Zampanó

Get Directions

Category
#var:page_name# cover

Peppe Leone > tamburi a cornice e voce

Giuseppe Volpe > fisarmonica

Magic Tambourine

Peppe Leone presenta il proprio lavoro di ricerca e innovazione su una serie di percussioni quali darbouka, cajone riq, duff, tamburello e tamburi a cornice.

Ad accompagnare le percussioni saranno la sua voce e una fisarmonica.

Il repertorio prevede rielaborazioni di brani tradizionali dalla Campania al Salento, dai Balcani al Medioriente, dal Messico fino alla Colombia.

In questo inseguirsi di passato ed avanguardia emergono i suoni del tamburo definiti come MAGICI.





Beppe Leone Bio



Tamburellista, percussionista, polistrumentista, compositore, arrangiatore.

Comincia a studiare strumenti a corda e percussioni da autodidatta sin dal 1996; dal 2000 avvia un'intensa attività concertistica esibendosi in festival, teatri e club in Italia e all'estero.

Nel 2003 si trasferisce a Lecce per iscriversi al corso di specializzazione in musica popolare presso il conservatorio “Tito Schipa”; lì frequenta le lezioni triennali di violino con Antonio Fraioli, di percussioni mediorientali con Paolo Pacciola e di tamburi a cornice con Arnaldo Vacca: con quest'ultimo studia approfonditamente il tamburello tradizionale e moderno e gli altri "tamburelli" e tamburi a cornice del mondo. Nel 2005 inizia il suo approccio alle tabla indiane con il maestro Pepe Fiore. Nel 2006 sostiene l’esame finale di tamburi a cornice ottenendo il massimo dei voti e comincia lo studio della kanjira (tamburello del sud dell'India) grazie a uno stage tenuto dal maestro Ganesh Kumar:

da quel momento in poi Peppe integra la tecnica della kanjira all'interno del tamburello moderno.

Dopo aver partecipato a numerosi stage di tamburello e tamburi a cornice tenuti da Alfio Antico, Carlo Rizzo e Glen Velez, in autunno si trasferisce a Torino, dove rimane per 6 anni, proseguendo il lavoro di elaborazione e ricerca sul tamburello moderno e iniziando ad applicarlo in numerosi progetti che coinvolgono i più svariati generi musicali. Dal 2007 approfondisce lo studio delle percussioni del sud dell'India (kanjira e mridangam) con il maestro Prakash Bangalore. Nello stesso anno prende il via la frequentazione e lo scambio di conoscenze con il maestro di duff persiano Arash Yari.

Nei 6 anni torinesi elabora una grande quantità di tecniche per il tamburello moderno, maturando uno stile personale in cui si intersecano ed evolvono spunti provenienti da svariati strumenti a percussione e da diverse aree geografiche.

Dal 2012 al 2016 si muove nelle Americhe, esibendosi in centinaia di concerti in USA, Canada, Messico, Guatemala, Honduras, Costa Rica e Colombia.

Di recente si trasferisce in Italia e attualmente suona stabilmente con Vinicio Capossela.

Nel corso degli anni ha suonato e collaborato con vari gruppi e artisti tra cui:

Vinicio Capossela, Eugenio Bennato, Taranta Power, Ambrogio Sparagna, Marcello Colasurdo, Lucilla Galeazzi, Hevia, Carlos Nunez, Pepé Fiore, Canzoniere Grecanico Salentino, Spaccanapoli, Giovannangelo de Gennaro, Teatro Orfeo, Matteo Castellano, Taluna, Abnoba, Fairport Convention ed ex-Jethro Tull (Dave Pegg e Clive Bunker).

Ha suonato come tamburellista dell’Orchestra Popolare della “Notte della Taranta” nelle edizioni 2005 e 2006; in quel contesto ha avuto la possibilità di esibirsi anche con grandi esponenti della musica leggera, quali: Francesco De Gregori, Piero Pelù, Lucio Dalla, Carmen Consoli, Peppe Servillo e Sud Sound System.

Direzione artistica a cura di Monia Mosconi

ASSOCIAZIONE LUGOCONTEMPORANEA

Venue

Zampanó