We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. Read more…
Istituto Ernesto de Martino

Istituto Ernesto de Martino

Via Scardassieri 47, Sesto Fiorentino, 50019, Italy

Get Directions

0554211901

Categories
Now CLOSED
Work hours
MO 15:00 – 18:00 SA closed
TU 15:00 – 18:00 SU closed
WE 15:00 – 18:00
TH 15:00 – 18:00
FR 15:00 – 18:00
About Per la conoscenza critica e la presenza alternativa del mondo popolare e proletario
Istituto Ernesto de Martino cover
Description L'Istituto Ernesto de Martino «per la conoscenza critica e la presenza alternativa del mondo popolare e proletario» fu fondato nel gennaio 1966 da Gianni Bosio, storico e ricercatore del movimento operaio, con Alberto Mario Cirese, per dare continuità alle ricerche sul mondo popolare e proletario già iniziate da Gianni Bosio verso la fine degli anni Quaranta. Improntato allo spirito libertario e al “marxismo critico”, l’Istituto è l’erede di tutte quelle forme di organizzazione della cultura che hanno accompagnato le vicende della sinistra italiana, sorte al fianco o per interessamento o dietro la spinta o usando, a volte, soltanto la sigla del quotidiano del PSI «Avanti!».

Archivio sonoro specializzato – in cui sono confluiti e confluiscono i risultati delle ricerche sul campo di numerosi studiosi del mondo popolare e proletario, fissati in oltre 6000 nastri magnetici per un totale complessivo di circa 15000 ore di registrazione – l’Istituto ha raccolto materiali di carattere musicale (canti popolari e sociali, danze, riti, rappresentazioni popolari), testimonianze sui momenti più significativi della storia del movimento operaio, biografie di militanti, registrazioni di manifestazioni sindacali e politiche, ordinati in un archivio specializzato per la conservazione, la catalogazione e lo studio delle forme di espressività orale, con annessa biblioteca, videoteca e filmoteca.

Va detto ancora che l’Istituto Ernesto de Martino non è stato e non è solo un archivio: è stato ed è soprattutto – in quanto punto di raccordo tra interessi storici, sociostorici, antropologici ed etnomusicologici – un laboratorio per l’analisi del comportamento sociale del mondo oppresso e antagonista (modi di produzione, forme sociali derivate e dinamiche che ne scaturiscono, processi di trasformazione e di ricomposizione della classe), per la valorizzazione della cultura orale (in particolare per la sua utilizzazione critica negli studi storici e antropologici) e del canto sociale vecchio

Similar places nearby